Che differenza c’è tra una cartella colori e una collezione colori e perché noi preferiamo la seconda

Che differenza c’è tra una cartella colori e una collezione colori e perché noi preferiamo la seconda
Davide Ronzi

Partiamo dalle basi: una cartella colori è una serie di referenze colori più vasta possibile che basa la sua ricchezza sull’ampia possibilità di effettuare delle scelte cromatiche “personali”, mentre la collezione colori ha alle spalle uno studio di base che porta la scelta di un numero ben più ristretto di tinte/finiture ma che possono essere già quelle giuste.

“Vi presentiamo la nuova collezione…” questa è la frase che più ci piace pronunciare di fronte ad una platea di professionisti, e il perché è molto semplice. 
Gli studi che anticipano la creazione di una collezione, la scelta delle tinte, delle nuances e delle finiture non è un percorso facile e breve e non viene mai eseguito senza un numero imprecisato di correzioni e miglioramenti e nel momento in cui si concretizza finalmente in una proposta colori è una sensazione di nascita di una nuova creatura.

Ma vorrei spiegare il perché di tutta questa fatica che potrebbe apparire esagerata: creare una collezione non è un “assemblaggio di colori” ma un approfondito studio sulle tendenze, sulle armonie e porta con sé basi umanistiche, scientifiche e storiche. La meta finale deve essere riuscire a creare uno strumento che piace, magari anche un po’ di design e che sia di aiuto e supporto ai professionisti nel loro lavoro. 

Il fascino di una Collezione colore è incommensurabile rispetto a una mera raccolta di colori; una collezione deve essere un’esperienza, deve trasmettere empatia ed emozione; deve avere contenuto e sostanza.
I colori rappresentati, come il supporto su cui sono applicati fino alla veste grafica e attraverso il case con cui sono distribuiti, tutto nella collezione diventa fondamentale e deve da solo comunicare una intenzione.

Un oggetto così studiato gratifica anche chi lo vede o lo riceve e lo deve a sua volta utilizzare; suscita stupore e coinvolgimento, per questo funziona meglio con chi di design ne fa il proprio lavoro. In una sola frase: “Non voglio tanto, voglio il giusto!”

 
 

Per inserire un commento bisogna effettuare la login oppure la registrazione

 

LECHLER S.P.A. società con unico socio persona giuridica
Sede legale - 22100 COMO - via Cecilio, 17 - P.IVA 02350390130 - C.F. 04971610151
Capitale sociale €10.400.000,00 int. versato - Reg. Imprese di Como n.04971610151 - REA n.CO-215232